DuoDorant


Vai ai contenuti

Salvatore Caggiari Biography

Bio






Salvatore caggiari Bio




Salvatore Caggiari classe 1976 gemelli
I suoi primi tentativi di spettacolo li effettua come chirichetto attraverso le funzioni religiose nella chiesa del suo quartiere a Formia, città dove nasce e vive fino all’età di 20 anni circa per trasferirsi a Roma, dove tutt’ora vive. Standogli stretta quella realtà, in quanto dava poco spazio all’improvvisazione, già durante le scuole medie si cimenta nella regia e interpretazione di opere teatrali. Frequenta il Liceo Artistico di Cassino conseguendo la maturità nel 1994. durante gli anni del liceo non abbandona l’attività teatrale prendendo parte ai laboratori interni. Dal 1994 al 1997 frequenta la Facoltà di Architettura di Napoli ma che abbandonerà per via delle tante attività legate alla musica ed al teatro, attività che lo assorbivano totalmente; così nel 1997 si iscrive all’Accademia delle Belle Arti di Roma, scuola di Scenografia, terminandola nel marzo 2004 con il massimo dei voti. Parallelamente all’Accademia frequenta il Laboratorio Istrio di Formia in qualità di attore e scenografo ed è proprio in questo laboratorio che ha occasione di conoscere Jango Edwards dal momento che quest’ultimo cura nel 1998 la regia dello spettacolo clown Tango Misery. Da questo momento Salvatore non abbandonerà mai più l’arte del clown, al contrario l’approfondirà prendendo parte a laboratori e workshops in Italia, Francia e Spagna. In questi anni lavora come aiuto attrezzista in varie fictions televisive, allestitore per ditte di produzioni e allestimenti, decoratore, scenografo ed insegna scenografia nel sud pontino in varie scuole elementari e medie. Ma la vera intenzione di Salvatore rimane quella di fare del clown la sua unica attività. Così nel 2004, anno in cui lavora a Barcellona con la Fools Militia, fonda in Italia con Antonio Villella e Nicola Sordo i Vaffanclown, e nel novembre 2006 con Giuseppe Vetti, vecchio fratello clown, il DuoDorant, duo che tutt’ora impegna al massimo Salvatore.



Torna ai contenuti | Torna al menu